Inagurata la 26^ Mostra Internazionale di Illustrazione per l'Infanzia

  • segnala ad un amico
  • scarica pdf
Lunedì 20 Ottobre 2008  - News


Un pubblico poliglotta ha assistito ieri sera all'inaugurazione dell'evento. Al centro dell'attenzione l'ospite d'onore il tedesco di origini bulgare Ivan GantscheGantschevv, intento a scrivere dediche e firmare libri, mentre le sue tartarughe davano per prime il benvenuto a chi entrava nella sala esposizioni. È questa la 26a volta dell'incontro, al Paese della Fiaba, con l'infanzia e le immagini della fantasia. «È l'anno - ha richiamato il presidente della Fondazione Mostra , Leo Pizzol - del rinnovamento. Nella parte generale, dedicata ai libri di illustrazioni pubblicati nell'ultimo biennio, su 39 artisti 21 non hanno mai partecipato e solo 6 erano presenti nel 2007. Tra i 60 corsisti in mostra per 33 si tratta della prima esperienza. Cinque sono i nuovi, sui 58 artisti della sezione a tema». Quest'ultima è dedicata a «I canti dei ghiacci, fiabe dalle Regioni Artiche». «Continuando il viaggio fantastico tra i vari continenti - ha affermato il sindaco di Sarmede Eddi Canzian - siamo arrivati ai paesi che si affacciano sul Polo Nord. Sono regioni in cui per le dure condizioni climatiche le comunità hanno una particolare coesione sociale e c'è un forte rapporto tra uomo e animale, tra uomo e natura». C'è qualcosa da imparare, quindi, dalle fiabe dell'estremo nord come dalle altre fiabe delle diverse parti del mondo che nel tempo hanno fatto tappa a Sarmede . A ribadirlo è stato l'assessore provinciale alla cultura Marzio Favero. «Sarmede - ha poi aggiunto Favero - sta diventando sempre più un fenomeno internazionale con le mostre che girano il mondo e al tempo stesso rimane ancorato alla base. È un momento culturale unico rivolto all'infanzia». Attualmente nel Calvados, la regione francese gemellata con la Provincia di Treviso, c'è un'antologica della mostra . Sarmede è sotto i riflettori del globo, ha fatto eco Maria Teresa De Gregori rappresentante della Regione Veneto, la quale ha ricordato come la partecipazione al Salone per i beni culturali di Venezia e Torino abbia allargato ulteriormente gli orizzonti del Paese della Fiaba. Che la «straordinaria comunità di Sarmede sia un esempio tra innovazione e tradizione» lo ha ricordato infine il senatore Maurizio Castro. «Più intensa e radicale è una tradizione, ha concluso, più genera capacità di aprirsi internazionalmente». Internazionale era anche la platea degli artisti presenti all'inaugurazione, oltre ai molti italiani, i belgi Schamp e Vandenabeele, il canadese Adams, l'iraniano Najafi e il polacco Wilkon. Oggi, alle 11 in sala mostra , incontreranno il pubblico. Fino al 21 dicembre la mostra rimarrà aperta e parallelamente verranno organizzate varie iniziative culturali curate dalla Fondazione e dalla Pro Loco. Fonte: Il Gazzettino - Gerda De Nardi

Comune di Sarmede - Via Guglielmo Marconi, 2 - 31026 Sarmede (Treviso) - Italia
Tel.:(+39) 0438 582740 - Fax: (+39) 0438 582780 - Codice Fiscale 84000870265 - Partita Iva 01706830260
2004 - 2019 StranoWeb.com™

Logo di conformità W3C XHTML 1.0 STRICT. Seguendo il link si richiede la validazione immediata al W3C. Logo di conformità W3C CSS. Seguendo il link si richiede la validazione immediata al W3C.